Loading…

Cosa sono le Soft Skills e come allenarle

Immagine non presente

Soft skills: cosa sono e come allenarle per maggiore efficienza aziendale e crescita personale

Cosa si intende per soft skills

Le soft skills sono competenze personali di tipo trasversale che, insieme alle competenze e capacità tecniche delle risorse contribuiscono alle loro performance lavorative in una specifica mansione o ruolo. A seconda della mansione svolta, infatti, oltre al bagaglio di conoscenze tecniche ed esperienza necessari per svolgere adeguatamente il proprio lavoro saranno necessarie anche abilità trasversali quali, per esempio:

  • autonomia;
  • fiducia in se stessi;
  • adattabilità;
  • gestione dello stress;
  • capacità di apprendimento e gestione delle informazioni;
  • pianificazione e organizzazione;
  • precisione;
  • capacità di lavorare per obiettivi;
  • spirito di iniziativa;
  • capacità comunicative e di risoluzione dei problemi;
  • spirito di squadra e leadership.

Le soft skills dunque aiutano le aziende a potenziare, ottimizzare e valorizzare il loro capitale di maggior valore: il personale. Chi non investe nel potenziamento delle soft skills dei propri dipendenti rischia che questi accumulino stress e tensioni e le conseguenze per l’azienda saranno: perdita di tempo, clienti, guadagno e quote di mercato. Ogni risorsa ha necessità di cure e manutenzione affinché si mantenga efficiente, nel caso delle risorse umane un intervento di potenziamento delle soft skills può tramutarsi addirittura in un rendimento maggiore rispetto a quello iniziale.

Dalla teoria alla pratica con un esempio

Avete mai incontrato un dipendente, o un collega, che, se pure ineccepibile dal punto di vista della preparazione e delle capacità tecniche, crea problemi nell’interazione con il team? Potrebbe essere una persona che crea conflitti, incapace di accettare critiche o, semplicemente, che fa fatica ad entrare in sintonia con i colleghi. Questi ultimi avranno problemi a lavorare con lui e la situazione di disagio, se non affrontata e risolta, porterà alle conseguenze tipiche di un clima di lavoro teso e stressante, come lavori mal eseguiti e scadenze non rispettate. Una soluzione potrebbe essere parlare con la risorsa problematica e spiegare come il suo comportamento crei disagio e quali aspetti andrebbero migliorati o cambiati. Riuscire però a dare un feedback in modo corretto dipende anch'esso… dalle nostre soft skills! Richiede, infatti, capacità di comunicazione, pazienza, il tempo necessario a riflettere sulla situazione per scegliere la sostanza del messaggio e il modo migliore per veicolarlo. È utile, in casi come questo, un intervento di potenziamento di soft skills degli attori coinvolti come: team working, capacità comunicative, problem solving.

Ci sono dei corsi di formazione sulle soft skills, proprio perché si tratta di abilità che, contrariamente a quanto si crede comunemente, non sono solo innate. Al di là, infatti, del carattere di ciascuno, le soft skills possono essere allenate e potenziate. La forma di allenamento utilizzata per queste abilità è il coaching!

Le soft skills per affrontare meglio il cambiamento

Il mercato del lavoro attuale, nell’era dell’industria 4.0, vedrà la sempre maggiore diffusione di innovazioni tecnologiche intelligenti e interconnesse. Le risorse umane dovranno, per forza di cose, adattarsi a questi cambiamenti per poter svolgere ruoli che saranno più trasversali e multidisciplinari rispetto ai precedenti. Sarà avvantaggiato chi è maggiormente flessibile e versatile. Le abilità di una risorsa umana non potranno più ridursi alle sole competenze tecniche, perché qualunque buona macchina avrebbe performance migliori.

Timothy Donald Cook, amministratore delegato di Apple, ha detto: «Non ho paura che l’intelligenza artificiale dia ai computer la capacità di pensare come gli esseri umani. Sono più preoccupato delle persone che pensano come i computer».

CLICCA QUI PER CHIEDERE INFORMAZIONI